Testando il filtro o3.. Crescent Nebula

Ieri sera sono venuti a trovarmi Michele e Alessandro per condurre dei test su una montatura e sulla mia camera di autoguida..mentre stiamo per smontare alessandro mi dice di aver comprato anche un filtro ossigeno 3..come resistere alla tentazione??

1897665_10204286844801578_3872921964409009922_n

Ho sempre desiderato fotografare la crescent e tirar fuori la “bolla” di ossigeno che la circonda..grazie al telescopio luminoso già in rgb complici 8 ore di integrazione era accennata..ma ieri sera ho deciso che era il momento di fare sul serio..pose da 20 minuti e via..per un totale di 4 ore (3 pose buttate per il vento troppo forte)..

sicuramente la difficoltà maggiore è quella di combinare l’O3 con i canali..all’inizio avevo scelto di dar maggior peso al verde e poco al blu..ma subito mi sono reso conto che dovevo fare l’esatto opposto..

 

Visto che mi si contesta sempre l’eccesso di saturazione, questa volta almeno sull’ossigeno non ho applicato la solita saturazione..

CRESCENT o3web

Qui la versione precedente..

Cieli sereni!

Ps ringrazio ovviamente Alessandro e Michele per la bella compagnia..alessandro non lo ringrazio per il filtro perchè me lo doveva 😛 ahahah

Pubblicità

Ngc 6914 [Round Finale]

Un soggetto che mi ha intrigato molto..ma mi ha creato parecchi grattacapi..alla fine ho integrato 5 ore di halfa con pose da 20 min.

Ovviamente nel fondere halfa ed rgb non bisogna farsi prendere troppo la mano nei contrasti. Infatti l'halfa aumenta già tantissimo i contrasti.

Ovviamente nel fondere halfa ed rgb non bisogna farsi prendere troppo la mano nei contrasti. Infatti l’halfa aumenta già tantissimo i contrasti.

Interessante anche notare come in questo canale manchi la componente blu a riflessione..

ed ecco il risultato finale..le stelle non mi convincono appieno..devo trovare qualche tecnica per migliorarle..

NCG6914 FINALEweb2

Cieli sereni..
Alla prossima!

Elephant’s Trunk nebula (IC1396)

Sempre approfittando delle serate limpide e della presenza della luna, sono alla terza sera di riprese..le prime due dedicate alla nebulosa velo e costellate di problemi..ieri sera invece con parecchia caparbietà sono riuscito a portare a casa 5 ore di halfa.

Il problema principale di questa nebulosa è la sua vastità, e la sua luminosità superficiale bassa.
Infatti per visualizzare la nebulosa e inquadrarla avevo bisogno di fare anteprime di diversi minuti.

Solito setup:
Newton 12″ f4 Orion Uk
cgem
qhy8l

 

5ore di integrazione sub da 20 minuti.
Ovviamente questa è un’anteprima..è la somma strechata senza dark..farà di base all’rgb

prova1web

Ngc6992.. Seconda parte della nebulosa Velo

Dopo aver presentato l’anno scorso la prima parte della nebulosa, (NGC6960 ), oggi pubblico la seconda parte ovvero la sezione orientale della nebulosa.

Dopodiché mi mancherà solo la parte centrale detto anche Triangolo di Pickering.

dati di scatto:
25*10min
newton 12″ f4
qhy8l
cgem

Ngc 6992

 Explanation: Wisps like this are all that remain visible of a Milky Way star. About 7,500 years ago that star exploded in a supernova leaving the Veil Nebula, also known as the Cygnus Loop. At the time, the expanding cloud was likely as bright as a crescent Moon, remaining visible for weeks to people living at the dawn of recorded history. Today, the resulting supernova remnant has faded and is now visible only through a small telescopedirected toward the constellation of the Swan (Cygnus). The remaining Veil Nebula is physically huge, however, and even though it lies about 1,400 light-years distant, it covers over five times the size of the full Moon.
[Text adapted from Apod Nasa]

Alla prossima!
Cieli sereni

M39..un Ammasso Aperto nel Cigno

Ieri dopo 11 mesi di astinenza ho finalmente rispolverato il telescopio..complice la presenza della luna alta decido di fare una prova.. Volevo vedere la 6d in azione..ma sapevo che il correttore di coma MPCC avrebbe mostrato i suoi limiti, infatti non è in grado di spianare l’enorme sensore Full Frame e la vignettatura agli angoli estremi è molto pesante.. Considerando che la 6d non è modificata ho scelto un ammasso aperto come vittima sacrificale. M39 è un ammasso relativamente povero di stelle presente nel cigno di Mag 5.2 interessanti le nebulose oscure alla sinistra dell’ammasso. 20 pose da 5 min 1600 iso Flat e bias, NO DARK.   Immagine salvata con i settaggi applicati. Alla Prossima, ma con il ccd!

Ngc6914 Secondo Round..

Questo è uno dei soggetti che più mi sta facendo penare..La prima volta ebbi problemi di flessioni, questa volta nonostante 4 ore di integrazione il soggetto si presenta abbastanza rumoroso..sicuramente qualche problema di calibrazione ha inficiato il risultato, ma è una foto dell’anno scorso che ho elaborato a più riprese e ogni volta ho lasciato perchè non mi convinceva.

Questa volta ho tentato un approccio più soft..

Per le spiegazioni scientifiche rimando al primo post

 

FINALISSIMA2web

Si spera di tornare operativi il prima possibile..ma purtroppo tra il meteo e gli impegni personali è un bel po che il newton sonnecchia

Cieli sereni

Il planetario alla Fiera del Levante

E’ con grande piacere che pubblico queste foto dall’interno del planetario skyscan che è stato allestito all’interno della fiera del levante..
Lo stacanovista Pierluigi Catizone è il responsabile italiano del progetto planetario che sarà a disposizione del pubblico anche nei dieci mesi a seguire.
Un’ottima opportunità per la comunità barese viste le qualità tecniche di questo planetario dalle generose dimensioni, ed anche dall’eccellente preparazione di Pierluigi Catizone già direttore del Planetario di Bari.

All’interno della biglietteria sono esposte alcune delle mie foto 🙂

E’ possibile fare astrofotografia senza telescopio? [test 70-200L]

Non è una domanda banale, e neanche la risposta lo è.. Sicuramente l’unica parte del setup di cui non si può fare a meno è la montatura equatoriale..ma ne esistono alcune estremamente portatili studiate appunto per la fotografia con la reflex e qualche ottica leggera.

Già in passato avevo fatto delle prove con un vecchissimo 135 Zeiss che si era dimostrato decisamente all’altezza!! Qui qualche esempio..la reflex utilizzata è una 350d modificata (per aumentare la sensibilità al rosso).
Ma con l’arrivo del ccd avevo ormai abbandonato questa strada..

 
Stimolato dalle ECCEZIONALI prestazioni in termini di rumore della 6d mi son detto che valeva la pena fare una prova..
Il candidato numero uno è stato il 70-200 L f4 della canon..Perfetta nel diurno, mi ha dato gradi soddisfazioni, ma la notte..bè è li che i vetri devono mostrare di che pasta son fatti..
In astronomia servono correzioni sia geometriche che cromatiche molto spinte che nel diurno non si notano neanche..

 

Bando alle ciance!
il 70-200L è un’ottima ottica anche per l’uso notturno..ad f4 presenta un minimo di residuo cromatico e del coma..che scompare a f5,6..diaframma però un pò troppo scuro..
Quindi o ci si accontenta o si evita di utilizzare una ff..

Questa foto/prova è di poco meno di mezz’ora..con pose da 3 min a 1600 iso focale 200 con la 6d..
doppioammassoweb
Al centro c’è il doppio ammasso del perseo..e intorno c’è un tappeto di stelle e polveri..
sono presenti anche delle nebulose..ma essendo la reflex non modificata ovviamente ha un canale rosso veramente scarno di informazioni..
Insomma test molto promettente..il passo successivo è usare quest’ottica con la ccd..

Unica nota “negativa” abituato alla messa a fuoco dei telescopi..c’è da lavorare un pò per trovare il fuoco preciso.

To be continued..

Mostra fotografica a Conversano 6 Giugno 2013

Aggiorniamo un pò il blog..
Un pò preso dagli impegni universitari ed altre distrazioni ho dimenticato di pubblicare un pò di foto della mostra fotografica che ho tenuto a Conversano dal 6 al 9 Giugno all’interno dei locali della proloco..in concomitanza con la sagra delle ciliegie..

Un ringraziamento particolare..oltre che all’associazione Antiche Ville che mi ha permesso di esporre, anche a Pietro, Alex e Cecilia per il fondamentale aiuto e sopratutto per la compagnia!!

Ps Alex grazie anche per le fotooooo 🙂
webIMG_5368 webIMG_5378 webIMG_5435 webIMG_5451webIMG_5563 webIMG_5456